Roberta Tamiso

Roberta Tamiso

Biografia Autore

Roberta Tamiso nasce ad Ascoli Piceno nel 1978, la stessa città in cui oggi vive e lavora come impiegata in una multinazionale chimica.

L’amore per la letteratura la accompagna fin da bambina, dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in lingua e letteratura russa nel 2004 con una tesi sulla poesia di Anna Achmatova. Parallelamente all’attività di traduttrice e critica musicale scrive poesie, racconti e solo in ultimo si dedica alla stesura di romanzi. I personaggi che descrive sono outsiders che faticano a trovare un posto nella società e che lottano duramente per la loro libertà di vivere come vogliono senza sottostare a regole e pregiudizi. Per Roberta scrivere vuol dire soprattutto scandagliare l’animo umano per far luce sui suoi aspetti più oscuri e misteriosi.

Nel 2009 pubblica il primo romanzo “Io sono Medusa” con Enrico Folci Editore che, presentato a Treviso, Bari e nelle Marche ottiene un buon successo di critica. Nel 2011 vede pubblicati due suoi racconti “Azzurra” e “Irene” nell’antologia “I colori delle donne” edito da Librati. Nel 2012 pubblica il romanzo Lucrecia con Edizioni Creativa dopo essersi classificata al II posto nella VI edizione del Premio Creativa. Lucrecia, che affronta l’attualissimo tema dell’omofobia e del cambiamento di sesso, ottiene diversi riconoscimenti classificandosi primo nella sezione romanzo edito del Premio Culturale Nazionale “Carlo Porta – Il Verziere” e ricevendo la menzione speciale della critica al premio “Giovane Holden 2014”. Nel 2015 è la volta di “L’estate di Flora” pubblicato con Edizioni Creativa con cui ottiene la menzione d’onore nella sezione romanzo edito del premio Nazionale “Carlo Emilio Gadda”.